lunedì 10 febbraio 2020

L’Automotive alla ricerca del suo Cloud

L’offerta vincente dell’auto è sempre stata quella di portarti da un punto A ad un punto B, in un tempo ben definito, a tua scelta. Un’ampia fetta di libertà. Oggi la connettività ti porta ovunque istantaneamente. Non c’è più storia. In un attimo è avvenuto il sorpasso. Il testimone della libertà è stato rilevato dalla connettività. Il fascino di poter comunicare da ogni dove con qualsiasi persona e contemporaneamente acquisire informazioni e dati istantaneamente da persone e cose ha pervaso il vivere quotidiano, regalando un inebriante sensazione di controllo e potere su ogni azione. Morale dei fatti: Internet ha reso l’auto un oggetto ad obsolescenza veloce. E non è detto che tutti i grandi player dell’auto lo abbiano capito del tutto. La loro vocazione è sempre stata prevalentemente meccanica: progettare, produrre e vendere una elegante “scatola di acciaio” da guidare spinta da un motore endotermico. Solo strada facendo si sono appoggiati all’industria elettronica per sviluppare e “appropriarsi” della Meccatronica.

giovedì 16 gennaio 2020

CES 2020 di Las Vegas: Svelati i Nuovi Orizzonti dell’Auto


Ci piaccia o no, l’elettronica è di fatto il metronomo che scandisce tutto il nostro vivere quotidiano. E l’auto, è parte di questo spartito. Il fascino della meccanica pura è qualcosa d’altri tempi. L’armonia di un sei, la rotondità di un otto e la sinfonia di un dodici cilindri sono sensazioni percepite con molta probabilità quasi esclusivamente dagli appassionati della generazione “baby-boom”, difficilmente da un “millenial” o dalla generazione “Z”. Dalla meccanica si è passati alla meccatronica per poi approdare all’elettronica, oggi maggiormente orientata all’elettrificazione e alla connettività del prodotto auto.

venerdì 18 gennaio 2019

Diesel SÌ, Diesel NO. Le Ragioni del Mercato.


La decisione dei costruttori di togliere di mezzo le vetture con motore Diesel viene spesso dipinta come il risultato della crociata contro il Diesel condotta dagli ambientalisti. In realtà, i fatti non sono proprio così. Quella che viene raccontata è, di fatto, solo la punta dell’iceberg. Gli addetti ai lavori concordano sul fatto che le riserve di petrolio, oggi conosciute, suggeriscano un uso “prioritario” di questa risorsa e quando parlano di disponibilità sottolineano sempre che dipende di

venerdì 5 ottobre 2018

Mobilità Elettrica ed Ansia da Percorrenza. La risposta di Enel X.

Il settore energetico sta cambiando, nuove tecnologie, attenzione all’ambiente e digitalizzazione hanno trasformato le necessità e le esigenze del settore pubblico e privato. Uno scenario che sta rivoluzionando il mondo della mobilità con l’esigenza di infrastrutture di ricarica sempre più capillari.
Uno scenario però che vede un parco di auto elettriche  ancora limitato e tale da non giustificare pesanti investimenti in infrastrutture ed un consumatore frenato nell’acquisto di un’auto elettrica per la mancanza di punti di ricarica capaci di garantirgli percorrenze adeguate. Da questo nasce “l’ansia da percorrenza”, quella che in gergo viene chiamata “range anxiety”. La paura che con la carica disponibile non si riesca a raggiungere la destinazione voluta o l’impossibilità di trovare un punto di ricarica lungo il tragitto o a destinazione per un rientro in tutta tranquillità.

sabato 22 settembre 2018

La grande scommessa dell’eletrificazione. $ 255 miliardi di investimenti

Mercato dell’auto in crescita sì, ma moderata, con una previsione del 2,2% annuo fino al 2025. In testa la Cina con il 4% di crescita annuale e 10 milioni di veicoli tra 2017 e il 2025, contro un’Europa che cresce dell’1,6% annuo, trainata dall’Est Europa. È quanto emerge dal Global Automotive Outlook 2018, lo studio annuale sull’industria dell’automobile di AlixPartners. L’era dell’auto elettrica è sempre più vicina. Lo studio prevede una penetrazione di veicoli elettrici e ibridi plug-in al 20% nel 2025, a discapito di alimentazioni a benzina tradizionali e soprattutto Diesel di piccole e medie dimensioni.

mercoledì 13 giugno 2018

Auto connesse: chi controlla la tua macchina a tua insaputa?

Le automobili sono sempre più connesse. Questa connessione include non solo i sistemi di infotainment, ma anche aspetti critici dei sistemi dei veicoli, come la chiusura delle porte e l’accensione, che sono ora disponibili online. Con l’aiuto di applicazioni mobili è ora possibile ottenere le coordinate di posizione del veicolo e il suo percorso, aprire le porte, avviare il motore e controllare i dispositivi in-car aggiuntivi. Se da un lato si tratta di funzioni estremamente utili, dall’altro viene spontaneo chiedersi come le Case automobilistiche proteggano queste app dal rischio di cyber-attacchi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...